• Figura di medico con la mano tesa dietro un vetro

    Cosa cura l’omeopatia?

    Secondo la filosofia omeopatica, la salute a livello corporeo è la libertà dal dolore, mentre, a livello emozionale, è la libertà dallo stress, in ultimo, a livello mentale, è la capacità di concentrazione, dunque, il campo di applicazione delle cure omeopatiche è vastissimo.

    Con l’omeopatia si può curare: da un semplice raffreddore all’otite, sinusite, tosse cronica, asma nei bambini e negli adulti, bronchite; tra l’altro può aumentare le difese immunitarie e stimolare l’organismo per renderlo più forte.

    Poichè l’omeopatica mette in equilibrio anche lo stato emotivo delle persone, la loro energia mentale e vitale, con essa si curano anche: mal di testa ed emicrania, insonnia, nevrosi, distonia vegeto vascolare, depressione, nevralgia, astenia , mal di mare, depressione, malumore ed anche la paura degli esami:)!

    L’omeopatia agisce molto efficacemente sulla salute dei bambini e cura disturbi di diverso tipo come: autismo, deficit di attenzione, ritardi in sviluppo infantile, incontinenza urinaria.

    Seguendo una cura omeopatica troveremo soluzioni  anche a malattie dermatologiche come: dermatite atopica e neurodermatite, papillomi, foruncolosi, psoriasi, vitiligo, .eczemi.

    Le cure omeopatiche sono molto efficaci per: disturbi riproduttivi, sterilità nelle donne, amenorrea, impotenza, endometriosi, ipertensione durante la gravidanza, malattie genitali e c'è da dire, inoltre, che l’omeopatia equilibra il desiderio sessuale e rende la menopausa più facile.

    In ultimo ricordiamo che anche i disturbi e le malattie gastrointestinali trovano soluzioni nell'omeopatia:  colite, gastrite, enterite, colica intestinale, colecistite, diarrea e reflusso gastrico.

    Con le cure omeopatiche si eliminano gli squilibri della tiroide, si ferma la caduta dei capelli, l’ipertensione, glaucoma e tant’altro. Teniamo presente che esiste anche il cortisone omeopatico naturale grazie al quale è possibile curare ogni tipo di infiammazione.

  • vetrino con materiale cellulare e catena dna

    Perchè l'omeopatia

    La medicina tradizionale utilizza farmaci specifici per curare i sintomi di una malattia come il mal di testa, tosse, raffreddori, bronchiti ecc. tralasciando il corpo nel suo insieme. Al contrario, l'omeopatia basa i suoi trattamenti su un approccio olistico, ovvero una persona viene esaminata individualmente, con le sue peculiarità emotive ed osservando le condizioni generali del corpo. Ed è proprio sulla base di un approccio così olistico che la medicina è selezionata per ogni paziente. In questo caso, l'obiettivo principale dell'omeopatia non elimina i sintomi, ma ripristina l'armonia dell'intero organismo.
    L'omeopatia non considera una persona come somma di organi separati e non tratta un organo singolarmente, ma considera il paziente e la sua malattia come un'unica entità trattando quindi l'intera persona, di conseguenza, l'approccio a ciascun paziente è unica.
    L'omeopatia è diffusa in 80 paesi del mondo ed in dieci paesi d'Europa, nonché negli Stati Uniti, in Canada, in Messico e in Israele, è inclusa nel sistema sanitario.
    Nella loro pratica medica, oltre il 22% dei medici in Austria, oltre il 25% in Germania, il 32% in Francia, il 40% nel Regno Unito e nei Paesi Bassi usano medicinali omeopatici,
    oltre il 50% dei medici in India, il 42% in America, il 72% in Canada e il 75% in Francia.
    I medicinali omeopatici sono completamente innocui, non tossici e non hanno effetti collaterali. Le medicine omeopatiche possono affiancarsi alla medicina tradizionale,
    riducendo il numero di farmaci tradizionali e riducendo i loro effetti collaterali.
    L'omeopatia funziona molto bene anche in caso di cancro, conosciamo gli effetti collaterali di queste terapie, tuttavia le medicine omeopatiche rafforzano e sostengono il corpo aiutando a lenire questi effetti. Per quanto riguarda il costo dei medicinali omeopatici, non possono essere paragonati ai medicinali allopatici poiché quest’ultimi sono molto più costosi.