Quali opportunità l'omeopatia classica offre alle donne?

Ci sono grandi opportunità nel trattamento di malattie femminili. Il principio dell'omeopatia Classica è che un qualsiasi problema fisico è in realtà una conseguenza di disturbi già presenti ai livelli emotivo e psicologico. Ed essi a loro volta sono una conseguenza di esperienze interiori speciali e di una percezione leggermente alterata della realtà circostante. La nostra percezione del mondo ed il nostro comportamento sono legati. Se una donna si considera una regina, come si comporterebbe? Sarà arrogante, prepotente, richiede grandi attenzioni , avrà le emozioni negative come rabbia, comportamento aggressivo... di conseguenza, nel suo corpo si svilupperanno dei disturbi fisici. Se a questa donna saranno prescritte delle medicine convenzionali, esse la aiuteranno un po', ma poi il problema tornerà, poiché non sono avvenuti i cambiamenti nella sua stessa natura. Un omeopata, invece, può prescrivere un farmaco (in questo caso potrebbe essere a base di platino) che le permetterà di percepire il mondo in modo più realistico per correggere i suoi problemi interiori, dopo di che la rabbia e la malattia andranno via.

Vediamo il caso contrario, di una donna che crede di essere molto vulnerabile, piccola e fragile: "un mollusco". Lei avrebbe paura di essere sempre aggredita, per lei sarà importante la stabilità e la sicurezza, avrà paura di attacchi e pericoli e li vedrà in qualsiasi situazione di vita. In effetti li attirerà nella sua vita. In questo caso un omeopata le potrebbe prescrivere calcarea carbonica che la libererebbe dalle sue paure e le darebbe la sicurezza in sè.

Ho descritto solo due condizioni relative a determinati tipi costituzionali e farmaci omeopatici: platino e calcarea carbonica, ma ne esistono tanti altri...

Quali problemi femminili possono essere trattati con l'omeopatia?

- malattie infiammatorie croniche. Il trattamento mira ad aumentare le difese immunitarie e a trovare una causa subconscia nascosta della malattia.

- i disturbi ormonali (iperpolimenorrea, amenorrea, endometriosi, ovaio policistico, fibromi, mastopatia).

Ho avuto un caso di amenorrea secondaria ciò avviene quando una ragazza che ha già cicli mestruali regolari li interrompe improvvisamente dopo situazioni di stress. Durante la conversazione, mi è diventato chiaro che la coscienza e le emozioni della ragazza erano ancora di un bambino immaturo, lei inconsciamente aveva paura dell'età adulta e il corpo ha risposto a questa paura interrompendo le mestruazioni. Un farmaco omeopatico adatto ha stabilizzato il ciclo, inoltre, ha armonizzato la sua condizione psicologica in modo che emotivamente la ragazza è cresciuta ed è diventata più responsabile affrontando diverse situazioni della vita.

Un altro caso di iperpolimenorrea è stato riscontrato in una giovane donna con un'autostima molto bassa, si sentiva respinta da tutti. A seguito di sanguinamento mestruale prolungato ed intenso, lo stato di salute generale è disturbato, si sviluppano sindrome astenica e anemia. La paziente si lamentava della stanchezza e irritabilità, debolezza, perdita di peso, aveva anche vertigini e pallore. Tre ripetizioni del farmaco omeopatico di cinque grani hanno sistemato non solo i problemi mestruali, ma hanno anche aumentato la sua autostima e la qualità della sua vita!

- problemi durante la menopausa.

Ci sono diversi farmaci omeopatici mirati ai disturbi legati a menopausa e ad essa associati, che aiutano a far fronte a questo periodo di vita senza difficoltà.

- la fecondazione.

A volte una donna può avere qualche disturbo sebbene le analisi risultano buone, in questi casi i ginecologi dicono "sei sana, si tratta di Psiche", intendendo che il suo problema sia a livello psicologico. In questi casi, l'omeopatia è particolarmente utile e la selezione di un farmaco omeopatico può aiutare a equilibrare il suo stato emotivo e così risolvere anche un disturbo fisico. Se una donna ha paura del dolore, può anche inconsciamente non desiderare una gravidanza. Ancora una volta, qui è necessaria una selezione individuale di farmaci.

- condilomi, papillomi.

- e, infine, l'omeopatia può essere ampiamente utilizzata nella pratica ostetrica, facilitando il parto e il periodo postpartum, ma questo è un argomento separato che potrebbe essere più interessante per gli ostetrici-ginecologi.